Peschici a meno di 20 Km da Vieste.

Pellegrinaggio tra Peschici, Rodi Garganico e Rignano Garganico

IV°Apparizione

La terribile peste nel 1656 mieteva vittime anche sul Gargano. L'arcivescovo del tempo indisse preghiere e digiuni e invocò l'aiuto dell'Arcangelo. Così, S. Michele gli apparve il 25 settembre.«Sono l'Arcangelo Michele» disse. «Chiunque adopererà i sassi di questa grotta sarà liberato dalla peste. Benedici i sassi, scolpendo su di essi il segno della croce e il mio nome». Il Vescovo gridò al miracolo. Il popolo prese con fede quei sassolini e la peste cessò. I sassolini, ancor oggi, sono richiesti con fede dai pellegrini e vengono portati in processione e sparsi in direzione dei campi.

Oggi i moderni pellegrini, senza che il fascino di  una simile esperienza abbia risentito del cambiamento dei tempi, accedono alla grotta dell'Arcangelo attraverso una lunga scalinata in discesa. Tuttavia i luoghi, la stessa città di Monte Sant'Angelo{ conservano immutata l'atmosfera quasi magica che li rende luoghi "speciali" e ( in passato consentì di inserirli a pieno ti,tolo, insieme al Sepolcro di Cristo a Geru lemme, alle tombe degli apostoli Pietro e Paolo a Roma e al santuario di S. Giacomo di Compostela in Spagna, nel circuito dei grandi santuari della Cristianità, il cui percorso  essenzialmente di penitenza e conversione - veniva sintetizzato dal mo "Deus, Angelus, Romo".

 

PESCHICI - SANTUARIO DELlA MADONNA DI LORETO

Grande quanto una grossa barca, a due chilometri da Peschici sorge il piccolo santuario della Madonna di Lareto, che un gruppo di pescatori del luogo decise di costruire in una notte di tempesta. La chiesa è arricchita da una serie di singolari ex voto, tutti modellini di navi e velieri di ogni genere, materiale e dimensione, alcuni dei quali sospesi a mezz'aria davanti all'altare. Altri ex voto sono costituiti da remi e ali attrezzi marinari. La festa si celebra il secondo lunedì dopo Pasqua.

 

 RIGNANO GARGANICO - CHIESA DELlA MADONNA DI CRISTO

La chiesetta della Madonna di Cristo si trova sulla strada che da Rignano conduce a Foggia. Della sua antichità esiste più di un indizio, comparendo già nel XII secolo tra le pertinenze di S. Giovanni in Lamis, attuale convento di S. Matteo. La chiesina molto cara al popolo rignanese che qui venera una bella statua della Madonna con Bambino, e si ritrova per la festa che si celebra nel martedì dopo la Pasqua.

 

RODI GARGANICO - SANTUARIO DI MARIA SS. DELlA LIBERA

Come molti altri santuari, anche questo viene collegato dalla tradizione ad un'ma gine sacra (nello specifico, un'immagine mariana sottratta a Costantinopoli  nel 1453 c portata in salvo dai Veneziani) e all' espressa volontà della Madonna di fondare in un preciso luogo l'edificio di culto a lei dedicato: ecco perché "Madonna della Libera", libera d risiedere dove preferiva, scendendo dalla nave veneziana e mostrandosi ai Rodiani, ch{ edificarono una chiesa nel luogo in cui era la roccia su cui posò il quadro. A partire dal XVIII secolo iniziarono lavori di costruzione di. un nuovo edificio, consacrato nel 1826, che meglio rispondesse alla esigenze dei devoti e dei pellegrini, diventati numerosi. 11 2 luglio di ogni anno l'approdo "libero" della Madonna viene rievocato con una messa solenne e con una processione per le vie del paese, durante la quale il quadro viene portato a spalla da muratori, pescatori e marinai che precedentemente si sono assicurati questo privilegio. È proprio la gente di mare ad essere particolarmente devota alla Madonna della Libera, come si può osservare anche nelle superstiti tavolette votive custodite nel santuario, buona parte delle quali ha per soggetto il naufragio.

continua...